Ginseng

Ginseng

Cos'è il Ginseng

 

Il nome ginseng fa riferimento a numerose specie appartenenti alla famiglia delle Araliaceae. Nella medicina cinese, il ricavato di queste piante ha alle spalle una tradizione millenaria, composta dei più svariati usi terapeutici. 

 

Il nome Ginseng deriva dalla parola cinese "rensheng" che significa "uomo", scelta probabilmente per sottolineare la struttura vagamente antropomorfa della radice.

 

Il ginseng veniva usato principalmente come rimedio contro l'invecchiamento, i disturbi gastrici e come preparato afrodisiaco e rivitalizzante. La sua fama di rimedio-panacea ed il fascino della sua origine orientale hanno contribuito a decretarne il successo nei nostri mercati, rendendo il ginseng il prodotto erboristico più utilizzato al mondo.

 

 

 

Tipi di Ginseng

 

Si conoscono 11 specie di ginseng, classificate per il luogo di origine. Quelle più note ed utilizzate sono:

  • Asiatiche: Panax ginseng coltivato in Cina, P. schinseng o ginseng cinese, P. pseudo-ginseng che cresce in Nepal e nell'Imalaia orientale, P. notoginseg coltivato in Cina, P. japonicus, P. vietnamensis; 
  • Americane: Panax quinquefolius equivalente al ginseng asiatico per impieghi, aspetto e composizione;
  • Siberiane: Eleutherococcus senticosus, differente per costituzione chimica ma simile per proprietà terapeutiche.

 

A cosa serve il Ginseng

 

Diversi studi hanno dimostrato che il Ginseng possiede diverse proprietà farmacologiche, gli effetti maggiormente associati al Ginseng riguardano: l'incremento della resistenza naturale e la capacità di recupero dell'organismo, la stimolazione delle attività e delle capacità mentali. Numerosi studi hanno infatti messo in evidenza che il Ginseng migliora la vigilanza, alleviando la stanchezza e migliorando i livelli di attenzione. 

Le virtù del ginseng sono attribuibili a diversi elementi attivi, contenuti nelle sue radici.
Oltre a un buon livello di vitamine, olio essenziale e polisaccaridi (panaxani), va segnalata la presenza di ginsenosidi o panaxosidi e di gintonina, considerati i principi attivi dell'estratto. 
È da notare invece per il ginseng siberiano, di consistenza legnosa invece che carnosa, che non contiene ginsenosidi ma bensì eleuterosidi.

 

 

Il nostro integratore di Ginseng siberiano è realizzato con ginseng siberiano di alta qualità, selezionato attentamente per garantire un ingrediente puro, privo di additivi o adulteranti di alcun tipo. 

 

Torna al blog