Betaina HCI

Betaina HCI

  • €14,10
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.


120 Capsule

 

I benefici della betaina includono:

 Favorire la produzione del succo gastrico.

•  Contribuire alla digestione delle proteine.

•  Prevenire l'accumulo di tossine nel fegato.

 

La betaina, chiamata anche trimetilglicina, è una sostanza naturale presente in vari vegetali, tra cui la barbabietola da zucchero, e sintetizzata nell'organismo dal suo precursore, la colina.

La betaina apporta un sostegno prezioso alla digestione delle proteine favorendo la produzione dell'organismo di succo gastrico; con l'avanzare dell'età, o a causa di stress o alimentazione inadeguata, la produzione del corpo di succo gastrico può essere insufficiente, il che nuoce alla digestione e comporta una perdita dei nutritivi degli alimenti. 

Il formato in capsule di cellulosa vegetale permette di ottenere un integratore alimentare privo di leganti, riempitivi o additivi indesiderati; la capsula di cellulosa vegetale è realizzata per dissolversi naturalmente negli acidi dello stomaco, assicurando l'assorbimento dei nutrienti durante la digestione.

Scopri di più Qualità G&G.  

VeganNON GMOKosherGluten FreeLactose FreeSoy FreeSugar FreeExcipient Free

 

Ingredienti

1 capsula fornisce:

Betaina Cloridrato 480mg

Cellulosa vegetale (involucro capsula) 100mg

Adatto alla dieta vegana e approvato kosher.

Indicazioni

Assumere 1 o 2 capsule al giorno all'inizio del pasto.

Non superare la dose raccomandata.

Un integratore alimentare non deve essere utilizzato come sostituto di una dieta varia ed  equilibrata e di uno stile di vita sano.

Conservare in un luogo fresco e asciutto, fuori dalla portata dei bambini.

Nota Bene: Le informazioni presenti in questo sito non devono essere interpretate come consulenza medica e non intendono, né possono sostituire le prescrizioni mediche. Le informazioni in questo sito riguardano gli ingredienti contenuti negli integratori alimentari. Gli integratori non vanno intesi come mezzo per trattare, prevenire, diagnosticare o attenuare malattie o condizioni anomale.